L’assessora grillina (nella Roma da paura della Raggi) si getta sui film horror

Marina Loi ci aveva provato a scendere in politica ma poi ha preferito tornare al suo vero lavoro di attrice, con un passato anche importante e un futuro in un film horror prodotto in Italia e ispirato ai classici di Dario Argento, con la musica di Claudio Simonetti, storico componente dei Goblin. Marina Loi ha lasciato in estate l’incarico di assessore alla Scuola, alla Cultura e alle Politiche giovanili dell’XI Municipio, quello dello storico quartiere di Monteverde, governato dai grillini ma in linea con lo sfascio e l’incuria che caratterizza la gestione dell’intera Capitale guidata dal sindaco a Cinquestelle Virginia Raggi.

Secondo Repubblica Marina Loi parteciperà al film The Antithesis diretto dal giovane Francesco Mirabelli, una pellicola che racconta la storia di una geologa chiamata a indagare su i cambiamenti climatici e  su fenomeni di sbalzi di temperatura. E magari anche sulle famigerate scie chimiche su cui i grillini sono maestri di cospirazione. “Aveva accettato l’incarico del M5S- scrive Repubblica – , chiamata da un suo ex studente e tutt’oggi consigliere nel municipio XI, Gianluca Martone. Poi, prevalentemente per la voglia di tornare a fare arte in senso stretto, ha lasciato scoperto l’assessorato alla Scuola, a poche settimane dalla riapertura degli istituti». Una decisione, quella di defilarsi alla vigilia dell’inizio dell’anno scolastico, politicamente da Oscar per l’horror…