La Russa: “Il Pd vuole regalare la cittadinanza per avere un milione di voti”

La cittadinanza non deve essere imposta al bambino che nasce in Italia. Lo ribadisce Ignazio La Russa, in una nota sullo Ius soli. «Chi ha detto che un bambino straniero che nasce in Italia voglia essere italiano e non voglia piuttosto richiamarsi alla propria tradizione, alla propria storia e alla propria cultura? Il trucchetto secondo cui è sufficiente che un solo genitore sia residente in Italia rischia di far diventare il nostro Paese la sala parto dell’Africa», dichiara il deputato di Fratelli d’Italia. «Con lo Ius Soli – continua La Russa – i bambini potrebbero essere usati come scudi umani, strumentalizzati per l’ottenimento della cittadinanza italiana. Ma quel che è peggio, è che con la norma transitoria in calce alla legge – conclude – si realizza una vera e propria sanatoria per gli stranieri di ogni età, altro che bambini, con la quale il Partito democratico spera dare subito il voto a circa un milione di immigrati».