La bomba di Ciccio Kim fa paura. Ma si può aver paura di Ciccio Kim?

La bomba di Ciccio Kim fa paura. Ma, si può avere paura di Ciccio Kim? Certo che si può. Soprattutto se tutti lo dicono, se tutti lo scrivono, se tutti lo prevedono e lo ipotizzano come scenario reale. Facebook e Twitter si riempono da giorni di post e di domande; si scatenano ipotesi e allarmi e pericoli. Instagram insegue insieme a WhatsApp e a tutte le altre applicazioni social. Le immagini delle Tv, intanto, confermano ed espandono le nostre paure: eccola la bomba nord coreana! Ecco a voi le immagini del missile in rampa di lancio. Ecco, infine, l’esplosione. Che poi è solo un filmato d’epoca. Ma che un brivido lungo la schiena lo fa pur correre. Anche perchè l’ordigno all’idrogeno, fatto brillare sottoterra dagli ingegneri di Ciccio Kim, avrebbe provocato un terremoto di magnitudo 6,5. Che, per dire, se fosse capitato in Italia avrebbe raso al suolo mezza penisola. Arriva la bomba. E perciò paura e orrore s’impossessano del rientro dalle vacanze. L’argomento tiene banco. Mentre altre rilevazioni fanno accapponare la pelle a tutto l’Occidente: la bomba di Ciccio Kim è stata dieci volte dieci più potente di quella sganciata dagli americani a Hiroshima e Nagasaki. Notiziona. Che a pensarci bene sarebbe stato strano il contrario, considerando che quei confetti made in Usa furono sganciati settantadue anni fa con tecnologia appena sperimentata. Paura perciò. Scoppierà una guerra? Sgancerà la bomba? Ecco le domande da bollino rosso insinuatesi, sulla strada del rientro, ai caselli autostradali. Paura irrazionale e perciò concreta. Perchè nessuno si chiede come possa una mosca (la Corea del Nord) spaventare un elefante (Usa o Occidente fa lo stesso). O se, per caso, la mosca in questione sia in realtà solo un misero pretesto. Magari per far soldi. Per riarmare, a suon di miliardi di dollari, il Giappone. E anche per sfruculiare la Cina e la Russia giocando a fare i duri nel loro orto di casa. Nessuno discute di questo. Né spiega l’assurdo del nanerottolo Ciccio Kim che da solo vorrebbe attaccare il gigante americano. Precipitandoci nell’Apocalisse nucleare.