Kim Jong-un non è solo: ora anche l’Iran sfida Trump lanciando missili

Non solo la Corea del Nord di Kim Jong-un. Ora anche l’Iran sfida Donald Trump con il lancio di missili balistici. Il test è avvenuto ieri con successo, ha riguardato il nuovo missile Khorramshahr ed è stato mostrato in tv dall’emettente Irib.

L’Iran vuole rafforzare le sue capacità militari

Il missile era stato mostrato per la prima volta in giornata, nel corso di una parata militare a Teheran per la “Settimana della difesa sacra”, che commemora la guerra con l’Iraq degli anni Ottanta. Nel corso della cerimonia, il presidente Hassan Rohani aveva annunciato l’intenzione dell’Iran di rafforzare le sue «capacità militari» e, in particolare, il suo programma di sviluppo di missili balistici. Il test appare come una sfida al presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che ha rimesso in discussione l’accordo sul nucleare con Teheran, da lui definito «imbarazzante», e ha imposto nuove sanzioni all’Iran proprio per via del suo programma missilistico.

Il missile «sarà operativo nel prossimo futuro»

Secondo il generale Amir Ali Hajizadeh, responsabile della divisione aerospaziale dei “Guardiani della rivoluzione”, il missile, in grado di portare più testate, «ha dimensioni più piccole rispetto ad altri missili balistici, è un’arma tattica e sarà operativo nel prossimo futuro». Il Khorramshahr è il terzo tipo di vettore con gittata di duemila chilometri presente nell’arsenale iraniano insieme ai Qadr-F e ai Sejjil.