Il Campidoglio ha inviato il progetto videosorveglianza a tempo scaduto

In merito al Bando sulla Videosorveglianza, il progetto del Campidoglio sarebbe stato inviato alla Regione “solo oggi” dal Simu e comunque “a bando scaduto”. Lo precisa la Regione Lazio in riferimento alla nota di Roma Capitale. ”In merito al Bando sulla Videosorveglianza la Regione Lazio non ha alcuna volontà di fare polemica ma semplicemente di ristabilire la verità dei fatti – si legge nella nota della Regione -.  Quindi, in riferimento alla nota del Comune di Roma si ribadisce come sul Bando sulla videosorveglianza nessun progetto dell’amministrazione comunale né di suoi Dipartimenti sia mai stato presentato e formalizzato alla Regione Lazio”. “L’unica nota ufficiale giunta a questa amministrazione è una lettera della Sindaca di Roma Virginia Raggi del 13 settembre – prosegue la Regione – che delega il Dipartimento Simu (Sviluppo, Infrastrutture e Manutenzione Urbana) del Campidoglio a presentare progetti nel bando. Tali progetti non sono mai stati presentati lasciando così la missiva della Sindaca di Roma ‘lettera morta’”. “A meno che il Comune di Roma non voglia considerare la Pec con un progetto inviato oggi dal Simu alle ore 16,36, quindi due ore dopo la conferenza stampa indetta in data odierna in Regione e pochi minuti dopo la nota di precisazione del Campidoglio – conclude -. Si ricorda che il Bando è scaduto venerdì 15 settembre alle ore 14”.

(Foto TgTourism)