Il Bayern esonera Ancelotti. Fatale la sconfitta in Champions col Psg

Carlo Ancelotti è stato esonerato. Il tecnico di Reggiolo non è più l’allenatore del Bayern Monaco. La clamorosa notizia arriva direttamente dai media tedeschi che già dopo la pesante sconfitta (3-0) subita ieri sera a Parigi coi francesi del Psg avevano auspicato una scossa per la squadra bavarese. Scossa annunciata infine da Karl-Heinz Rummenigge che del Bayern Monaco è presidente: «Questa sconfitta è molto dolorosa, ci parleremo molto chiaramente per capire cosa non ha funzionato e ne trarremo le conseguenze. Quello visto in campo a Parigi non è il vero Bayern» aveva detto alla tv ufficiale del club bavarese.  Il tecnico italiano è stato quindi esonerato dopo un confronto con i vertici del club all’indomani del pesante ko in Champions League. L’ufficialità dell’esonero s’è fatta attendere, ma alla fine è arrivata: l’avventura di Carletto in Germania è arrivata ai titoli di coda. Ancelotti se ne dispiacerà sicuramente, ma non più di tanto. L’allenatore italiano aveva infatti sottoscritto con i pluri-campioni di Germania un contratto davvero faraonico: circa 15 milioni di euro a stagione fino al 2019. Per quanto riguarda la successione, a stagione in corso, il nome più accreditatao sarebbe quello di Willy Sagnol che di Ancelotti è attualmente il vice. Dopodichè, da gennaio in poi, la società si guarderà intorno alla ricerca di una soluzione autorevole e all’altezza delle aspettative di una delle squadre più blasonate al mondo.