Giorgia Meloni: «Il capobranco di Rimini mantenuto a spese degli italiani»

«Da quanto riportano i media, il bastardo capobranco degli stupratori di Rimini sarebbe un congolese richiedente asilo a cui era stata rifiutata la domanda di rifugiato politico. Nonostante questo è stato accolto, ospitato, mantenuto a spese degli italiani e visto che non aveva diritto allo status di rifugiato gli è stata concessa la “protezione umanitaria” dal generoso e pietoso sistema italiano». Ad affermarlo è Giorgia Meloni, sul suo profilo Facebook. «Se fosse stata rispettata seriamente la normativa internazionale in tema di rifugiati questo criminale non sarebbe entrato in Italia o sarebbe stato rimpatriato. E non avrebbe avuto la libertà di aggirarsi a rubare, rapinare, aggredire, stuprare».