Giorgia Meloni alla figlia: “Auguri patatina, sei la mia impresa più bella”

«Buon primo compleanno, Patatina mia». Così Giorgia Meloni su Facebook nel giorno della prima candelina della sua Ginevra (che la leader di Fratelli d’Italia definisce la sua “impresa più bella”). Poche parole, dense, racchiuse in un grazie. «Grazie per avermi costretto a dare valore al tempo, per avermi reso una persona sensibile ai limiti del patetico – scrive l’ex ministro della Gioventù rivolgendosi alla piccola Gigì – per avermi insegnato a fare tutto, ma proprio tutto, con una mano sola, per avermi regalato l’anno più intenso di tutta la mia vita. Sei la mia impresa più bella, e decisamente quella meglio riuscita». Una rivoluzione lunga dodici mesi: la primogenita di Giorgia e Andrea Giambruno ha modificato cuore e gambe dell’ex ministro della Gioventù . «Da due mesi – raccontava la Meloni lo scorso novembre – con la mia vita è cambiata anche la visione del mondo, della politica. Sono più concreta, pochi fronzoli. addio a riunioni inutili, vado al sodo, non ho tempo da perdere, ho delle priorità». E Ginevra è sempre con lei: «Ogni mattina alla Camera, allatto e lavoro. Non mi lamento, i miei collaboratori mi aiutano. Altre mamme faticano tra mille sacrifici…».
 

Giorgia Meloni: auguri patatina mia

Il post per il compleanno di Ginevra si conclude con un tenero auspicio: «Prego Dio che sarai sempre così: socievole, puntigliosa, chiacchierona, generosa. Bellissima e allegra. Farò del mio meglio perché questo accada. Non posso prometterti che sarò la mamma migliore del mondo – scrive Giorgia –  ma posso prometterti che sarò unica al mondo, che sarò la tua. Sii felice, Gigì. Come lo sei stata in questo primo anno della tua vita. Sii felice sempre e io avrò tutto quello che mi serve».