Gasparri: minacce contro di me sui social, ora denuncerò anche Grillo

“Alle numerose denunce che ho presentato alla Procura della Repubblica di Roma per gli insulti e le minacce ricevuti tramite i social network, aggiungerò l’editto che Grillo ha indirizzato contro di me”. Lo dichiara il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri. “Ho documentato agli organi del Senato quanto avviene ai miei danni da anni, con un coinvolgimento di ambienti che sostengono le istanze e le proposte dei grillini – spiega il senatore azzurro – . Ho talmente ragione che nei prossimi giorni si aprirà un procedimento nei confronti di alcuni di questi diffamatori. Chi avvelena l’ambiente anche dei social network si sa benissimo, così come chi alimenta falsi account e sforna fake in continuazione”. “La Procura di Roma, da me sollecitata da tempo ad agire, è rimasta a lungo inerte e finalmente a novembre aprirà un procedimento. Ce ne saranno delle belle, anche per i seguaci dell’ex comico genovese”, conclude Gasparri. Grillo aveva detto stamattina: “Dopo che si sono tenuti i vitalizi e i privilegi, ieri i partiti, dal Pd a Fi fino alla Lega, si sono resi protagonisti di un altro atto osceno al Senato. Concedendo questa volta l’insindacabilità al senatore Gasparri che prima ha gravemente insultato, offeso e diffamato Davide Casaleggio e tutti i cittadini vicino al MoVimento 5 Stelle definendoli ‘siete sterco’ e poi, nascondendosi dietro lo scudo dell’immunità parlamentare, è stato esonerato dal rispondere davanti al giudice, come qualsiasi altro normale cittadino, grazie ai voti degli onorevoli di tutti i partiti (tranne chiaramente quelli del Movimento 5 Stelle) che hanno salvato il collega”. Sul blog Beppe Grillo ha inteso denunciare “l’ennesimo atto vile da parte della casta che ormai si sente intoccabile”, riprendendo una sua vecchia polemica demagogica, smentita dai fatti.