Foto choc delle mani di un canottiere: quando l’acqua penetra nella pelle

«Le mie mani dopo aver trascorso così tanto tempo nei guanti bagnati. L’acqua e l’umido sono penetrati nella pelle …». L’autore dello scatto condiviso su Twitter è Alex Gregory, vincitore della medaglia d’oro nel 4 senza a Londra 2012 e Rio de Janeiro 2016. Un’immagine choc pubblicata che ha fatto il giro del web. Il suo viaggio lunghissimo è stato fatto in canoa nel Mar Glaciale Artico, dove era in spedizione insieme al suo team The Polar Row.  Il britannico è rimasto per ore con i guanti fradici addosso, il risultato è spaventoso: vesciche, bolle su tutto il palmo. La missione The Polar Row era stata organizzata nel luglio 2017 con due fini: quello di attraversare il circolo polare artico da Sud a Nord e, quello filantropico di raccogliere fondi per aprire una scuola nella regione dell’Himalaya. Dopo due settimane l’atleta ha pubblicato una nuova foto forse anche per rassicurare i suoi fan con la mano (quasi) completamente tornate alla normalità. «Due settimane dopo essere scesi dalla barca e le mani sembrano buone – ha scritto – rapidamente sono tornate alla normalità dopo la bruciatura del freddo. La pelle è una cosa incredibile!».