Festa islamica del Sacrificio: spopola la App per comprare le capre da sgozzare

Una App per comprare le capre per la Festa del Sacrificio. Anche l’Islam più tradizionale si serve degli strumenti della modernità e delle opportunità che offre. 

Addio file al mercato

La novità è stata introdotta in Pakistan dove da settimane i mercati di bestiame sono letteralmente presi d’assalto da fedeli che vogliono acquistare un animale, spesso una capra o una pecora, da sacrificare in occasione dell’Eid al-Adha, la festività che ricorda il sacrificio di Abramo ed è una delle più importanti dell’Islam. Ma anche questa ricorrenza ricca di tradizioni si è dovuta inchinare alla tecnologia. Nella capitale Islamabad e a Karachi, metropoli nel sud del Paese, quest’anno niente calca: i residenti possono ordinare gli animali via app.

La festa del Sacrificio alla prova della App

Parte della borghesia pakistana, infatti, per saltare le lunghe file ai banchi dei mercati ha optato per ordinare gli animali attraverso la pratica app “Careem”, molto simile a Uber. L’applicazione, sempre più popolare in Pakistan, alla vigilia della Festa del sacrificio ha introdotto il servizio “Bakra (Capra) su ruote”. Gli ovini vengono consegnati ai clienti su degli speciali furgoncini verdi. Il logo scelto per l’iniziativa è inconfondibile: tre capre con occhiali da sole neri. Il giorno di Eid al-Adha, che si celebra oggi in gran parte dei Paesi musulmani, viene ricordato il sacrificio di Ismaele, figlio di Abramo, che – secondo il Corano – doveva essere sacrificato dal padre e invece venne graziato da Allah. Ogni famiglia musulmana sgozza un animale – che può essere anche un cammello o una mucca – la cui carne viene mangiata, distribuita tra i parenti o offerta ai bisognosi.