Erdogan minaccia i curdi: «Pagherete per il referendum»

Il Kurdistan iracheno «pagherà il prezzo» del referendum sull’indipendenza che lunedì scorso ha visto  trionfare il Sì con oltre il 92% dei voti. È questa la minaccia che l'”uomo forte” di Ankara, Recep Tayyip Erdogan, ha rivolto ai curdi nel suo discorso ai sostenitori  del partito Akp riuniti a Erzurum.

«Non ci pentiamo mai di quello che abbiamo fatto in passato, ma ora le cose sono cambiate, il governo regionale (del Kurdistan iracheno) che  per lungo tempo abbiamo sostenuto, ha fatto un passo nonostante la posizione del nostro Paese. Quindi ne pagherà il prezzo» Per il presidente turco, che durante il suo intervento ha sostenuto che «l’amministrazione»del Kurdistan iracheno abbia «dei trascorsi  con il Mossad», l’insistenza dei leader della regione nel volere uno stato indipendente si trasformerà solo in una «ferita che sanguina».