È morto Raymond Buckland, leader del movimento dei neopagani

Lo scrittore inglese Raymond Buckland, studioso dell’occultismo, considerato uno dei leader del movimento neopagano e fondatore della religione Seax Wicca, è morto all’età di 83 anni nello Ohio (Usa). L’annuncio della scomparsa è stato pubblicato sul blog “The Wild Hunt. Modern Pagan & Commentary“. Buckland era un esperto di magia gardneriana che ha contribuito a diffondere negli Usa, dove è ritenuto uno dei maggiori esperti di stregoneria, esoterismo gitano e di supernaturale in genere. Ha scritto oltre sessanta libri, alcuni dei quali bestseller, in particolar modo sulla stregoneria e i tarocchi. Tra i suoi libri tradotti in italiano figurano “Simboli e presagi” (VeneXia Edizioni), “Wicca fonte di vita” (Armenia Edizioni), “Il libro delle streghe” (Armenia Edizioni) e “Guida pratica alla comunicazione con gli spiriti” (Hermes Edizioni). Nato a Londra il 31 agosto 1934, Raymond Buckland cresce in una famiglia di religione cristiana anglicana ma sviluppa un forte interesse per l’occulto fin dall’età di 12 anni. Studia al King’s College di Londra e al Brantridge Forest College nel Sussex, dove si laurea in antropologia. Successivamente viene iniziato alla tradizione pagana della Wicca sassone e, dopo essersi trasferito negli Stati Uniti nel 1962, diviene il primo ad adoperarsi per la diffusione dell’antica religione negli Usa. Nel 1973 Buckland fonda una propria tradizione neopagana, la Seax Wica, i cui insegnamenti e la cui liturgia sono principalmente contenuti nel suo libro “The Tree” (1974).