È morta Liliane Bettencourt, regina del marchio L’Orèal e la donna più ricca del mondo

È morta all’età di 94 anni, a un mese dal giorno in cui ne avrebbe compiuti 95, Liliane Bettencourt, ereditiera dell’impero L’Oréal, con un patrimonio valutato in 33 miliardi di euro, la donna più ricca del mondo (secondo Forbes). 

Figlia unica del fondatore di L’Oréal Eugene Schueller, aveva iniziato a lavorare a 14 anni, come stagista, per la società a cui avrebbe dedicato la vita. Alla morte del padre, nel 1957, eredita il gruppo, ma non ne diventa presidente, lasciando la posizione di vertice al marito André. Nel 1974 è tuttavia lei a spingere per l’acquisizione di Nestlé e in seguito per quella del marchio Maybelline. Dal 2007 è stata coinvolta nei due casi giudiziari Banier-Bettencourt – in cui il fotogrado Francois Marie Banier è stato citato in giudizio dalla figlia di Liliane, Francoise, con l’accusa di aver abusato della fragilità mentale della madre per sottrarle una fortuna- e Woerth-Bettencourt, i rapporti fra l’ereditiera e il politico, già ministro del bilancio e tesoriere dell’Ump, denunciati da Mediapart nel 2010. Sempre secondo Forbes a Bettencourt fa capo 14esimo patrimonio più importante al mondo, il secondo in Francia, grazie al successo del gruppo, che ha un giro di affari di 25,84 miliardi di euro.