Drogato, uccise donna con l’auto: l’attore Diele resta a casa dalla nonnina…

Drogato, in preda ai fumi di sostanze stupefacenti e e dell’alcol, dopo una festa di matrimonio della cugina, il 23 giugno scorso l’attore Domenico Diele travolse e uccise una donna, tamponando lo scooter condotto dalla 48enne, sulla carreggiata nord della A/2, l’autostrada del Mediterraneo, all’altezza dello svincolo di Montecorvino Pugliano (Salerno). Il protagonista di molte fiction, accusato di omicidio stradale aggravato, in attesa del processo resta ai domiciliari, a Roma, a casa della nonna: il carcere, nonostante la gravità del reato, non lo vedrà ancora per molto tempo, in attesa che si faccia giustizia sulla morte della 48enne salernitana Ilaria Dilillo

Diele guidava anche senza patente

Il Tribunale del Riesame di Salerno ha respinto l’appello della procura, contro l’ordinanza del Gip che, lo scorso 26 giugno, aveva disposto la custodia cautelare ai domiciliari con braccialetto elettronico per l’attore. Diede, la notte dell’incidente, guidava privo della patente che gli era stata sospesa per un anno il 6 dicembre 2016 proprio a seguito di comportamenti a rischio e dell’utilizzo di sostanze proibite alla guida. Un soggetto pericoloso che quella notte di sei mesi fa aveva, ancora una volta, tenuto un comportamento da irresponsabile che al momento, in attesa di una sentenza definitiva, viene considerato dal giudice punibile solo con i domiciliari a casa della nonna.