“Diventi terrorista? Ti revoco la cittadinanza”. L’Olanda applica la nuova legge

Quattro jihadisti che avevano combattuto in Siria con lo Stato Islamico sono stati privati della cittadinanza olandese. È il primo caso di applicazione della legge approvata in Olanda lo scorso marzo e che consente alle autorità di revocare la cittadinanza a chi viene ritenuto una minaccia per la sicurezza nazionale. I quattro, tutti con doppia cittadinanza marocchina, non potranno più fare ingresso legalmente in Olanda e nei Paesi dell’Area Schengen. La legge può essere applicata anche in assenza di una condanna definitiva. La norma inoltre prevede che la cittadinanza olandese possa essere revocata solamente a chi è in possesso anche di una seconda cittadinanza.

Sulla revoca della cittadinanza il dibattito è aperto

Il dibattito sulla revoca della nazionalità a cittadini coinvolti in azioni terroristiche è aperto in molti Paesi europei e anche in Australia e Israele. Una revoca che viene considerata necessaria col crescere in questi ultimi tempi con il rafforzarsi della minaccia dei foreign fighters di ritorno da quei territori in medio oriente che lo Stato islamico ha perduto.