“Cretino chi vuole dare gli stupratori alla Boldrini”. E Mentana si becca la querela

Il sindaco leghista di Pontinvrea Matteo Camiciottoli querelerà Enrico Mentana, direttore del Tg di La7. Lo ha annunciato il primo cittadino del comune savonese finito nella bufera dopo il post su Facebook sugli stupratori di Rimini nel quale aveva rivolto parole pesanti nei confronti del presidente della Camera, Laura Boldrini. Il caso era esploso lunedì quando, sulla sua pagina del popolare social network, Camiciottoli aveva scritto, riferendosi agli autori dello stupro: “Potremmo dargli gli arresti domiciliari a casa della Boldrini magari gli mette il sorriso, che ne pensate?”. Mentana aveva risposto attraverso i social alla domanda del sindaco: “Che sei un cretino, anche se fai il sindaco”, il commento del direttore.Camiciottoli, che ha bollato le parole del giornalista come “del tutto fuori luogo e non consone”, ha quindi annunciato l’intenzione di sporgere querela e di depositarla lunedì mattina presso gli uffici della procura di Genova, ssistito dal suo legale. Il primo cittadino aveva comunque rassegnato le dimissioni dal ruolo di coordinatore della Consulta regionale dei Piccoli Comuni di Anci.

La replica di Mentana non s’è fatta attendere: «Per carità, tutti hanno il diritto di querelare. Ma vorrei che si ricordasse cosa ha scritto su Facebook il sindaco di Pontinvrea. Dovrebbe scusarsi e vergognarsi. E forse rispettare un congruo periodo di silenzio».