Contraccezione, il “pillolo” è sempre più vicino. Test su 420 coppie

martedì 26 settembre 17:46 - di Redazione

Più vicini al ‘pillolo‘, il contraccettivo per lui che ancora si fa attendere. La versione in gel studiata dai National Institutes of Health americani sarà testata per un anno su 420 coppie reclutate in Usa e in altri Paesi del mondo, Italia inclusa. La sperimentazione del ‘pillolo’ inizierà nel 2018, secondo ‘Scientific American’. Gli uomini dovranno applicare il gel ormonale sulle spalle due volte al giorno, poi le coppie saranno seguite per un anno mentre usano quest’unico metodo contraccettivo. Il gel libera una combinazione di progestinico e testosterone, ed è studiato per inibire la produzione dello sperma. In un piccolo studio pilota di sei mesi, il gel ‘pillolo’ ha ridotto la conta spermatica mantenendo livelli di testosterone sani. Il gel dovrebbe avere effetti collaterali meno pesanti rispetto alla versione precedente di contraccettivo maschile, un prodotto iniettabile sperimentale studiato da Oms e Conrad i cui test sono stati interrotti proprio per questo motivo. Oltre agli Usa e all’Italia, il gel contraccettivo sarà testato in Gran Bretagna, Svezia, Cile e Kenya. L’acne dovrebbe essere il più comune effetto collaterale del gel. Durante uno studio pilota, inoltre, alcuni volontari hanno riferito insonnia, alterazioni dell’umore, mal di testa e aumento dell’appetito, ha spiegato Diana Blithe, capo del programma di sviluppo del contraccettivo (che per semplicità chiamiamo ‘pillolo’) al National institute of Child Health and Human Development degli Nih.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *