Bimba respinta all’asilo per i vaccini, mamma chiama i carabinieri

Ha portato la figlia all’asilo senza i documenti della vaccinazione e, richiamata dai dirigenti della scuola perché non in regola con i documenti previsti dalla legge sull’obbligo dei vaccini, ha chiamato le forze dell’ordine. È accaduto a Latisana (Udine). La notizia, anticipata dal Messaggero Veneto, è confermata dai carabinieri che sono intervenuti sul posto e hanno fatto notare alla donna che si tratta di un adempimento previsto dalla normativa. Alla richiesta della certificazione, spiega il quotidiano, la mamma ha confermato di non averlo e di non essere intenzionata a produrlo, contestando nello specifico le righe finali del documento dove si precisa che i dati forniti «saranno trattati dal personale scolastico, docente e non docente». La bimba è stata ammessa con riserva solo per un giorno.