Bari: accoltella madre e sorella e tenta di buttarle dal balcone. In manette

Un vero e proprio raptus di incontenibile violenza che solo per un miracolo non è sfociato in tragedia. È accaduto a Corato, grosso centro della provincia di Bari, dove i carabinieri della locale stazione hanno tratto in arrestato un 31enne, incensurato, che ieri sera ha accoltellato la madre e la sorella e poi ha tentato di gettarle dal balcone della loro abitazione posta in una palazzina al primo piano.

L’aggressore è un 31enne di Corato

Pare che a scatenare la reazione violenta dell’uomo sarebbero stati futili motivi che in ogni caso dovranno essere accertati compiutamente. Fatto sta che nel mezzo di una discussione molto animata, ad un tratto il giovane si è armato di un coltello da cucina ed ha sferrato alcuni fendenti alla madre e alla sorella. Solo il caso ha impedito alle due donne di riportare ferite ben più gravi di quelle riscontrate dai sanitari: nella furiosa colluttazione che ne è seguita, infatti, il coltello si è spezzato.

Madre e sorella salve grazie ai passanti

Ma non per questo l’uomo ha desistito dai suoi folli propositi. Con identica furia e con vigore irrefrenabile, a mani nude, si è avventato su madre e sorella cercando di scaraventarle giù dal balcone. Se non vi è riuscito, oltre che per la strenua resistenza delle donne, è stato solo   grazie all’intervento di due passanti che, vista la gravità dei fatti, hanno immediatamente chiesto l’intervento dei carabinieri. Una volta giunti sul posto, i militi hanno messo fine alle violenze in atto e hanno arrestato il 31enne per tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia.