Attentato nella metro di Londra, arrestato a Cardiff un altro giovane

C’è stato un nuovo arresto per l’attentato del 15 settembre alla stazione della metropolitana di Parsons Green, a Londra. La polizia ha fermato a Cardiff, in Galles, un ventenne sospettato di essere coinvolto nell’attacco. Altre perquisizioni, è stato inoltre fatto sapere, sono in corso nel Surrey.

Il ventenne arrestato trasferito a Londra

Il giovane è già stato trasferito a Londra ed è a disposizione di Scotland Yard. Si tratta del settimo arresto successivo all’attacco, nel quale, a seguito della parziale esplosione di un ordigno artigianale lasciato su un vagone, sono rimaste ferite una trentina di persone. L’attentato è stato rivendicato dallo Stato islamico, ma su questo Scotland Yard ha voluto mostrare cautela, sostenendo che queste rivendicazioni da parte del gruppo terroristico sono «di routine».

Su sette persone arrestate, tre rilasciate

Venerdì per l’attentato è stato accusato formalmente di tentato omicidio il 18enne Ahmed Hassan, mentre altre tre persone arrestate sono state rilasciate perché considerate estranee alla vicenda. Si tratta, in particolare, del 17enne fermato il 21 settembre e di due uomini di 48 e 30 anni che erano stati arrestati durante un blitz a Newport. Restano in carcere, invece, oltre al 18enne incriminato e al ventenne arrestato oggi, un 25enne e un 30enne.