Arriva la Festa dei nonni. E l’Unicef prenota 350 piazze d’Italia

In occasione della Festa dei nonni, che ebbe nel senatore di An Franco Pontone il più appassionato sostegno e che verrà celebrata il prossimo 2 ottobre, l’Unicef Italia sarà presente in oltre 350 piazze e centri in tutta Italia con tante iniziative a sostegno dei bambini sperduti. “La Festa dei nonni è per noi un momento di gioia, un momento in cui festeggiare quella figura fondamentale nella vita di ogni bambino che ogni nonno o nonna rappresenta”, ha dichiarato Giacomo Guerrera, presidente dell’Unicef Italia. ”Quest’anno dedichiamo la nostra celebrazione della festa dei nonni – continua – a tutti i bambini sperduti in fuga da guerre, violenze e povertà, bambini soli che vivono situazioni terribili senza una guida su cui poter contare, un nonno o una nonna al quale stringere la mano”. L’Unicef Italia, grazie anche al sostegno di centinaia di volontari, del Dipartimento della Protezione Civile che ha garantito il supporto delle Organizzazioni di volontariato di Protezione Civile, del Fiat 500 Club Italia e dell’Ana – Associazione Nazionale Alpini promuoverà attività e laboratori incentrati sul tema della ‘Memoria’: nelle diverse piazze saranno ricordati i giochi di una volta, i mestieri dimenticati, i racconti dei nonni, musiche, balli e tante attività che riguardano le nostre tradizioni popolari. A fronte di un piccolo contributo, sarà anche offerto un braccialetto, personalizzato per l’occasione, dal valore simbolico, un braccialetto che rappresenta il legame tra nonni e nipoti ma che al tempo stesso può garantire aiuto a un bambino sperduto. ”Con il braccialetto Unicef prendiamo per mano un bambino sperduto, per proteggerlo, da guerre, povertà e violenza”, sottolinea Guerrera. La celebrazione Unicef della Festa dei nonni continua anche il 2 ottobre nelle scuole, aziende ed enti chiusi durante il weekend.