Allarme antrace alle porte di Roma: due uomini contagiati ai Castelli

Allarme antrace in un allevamento ai Castelli Romani, alle porte di Roma. Dopo la morte di dodici bovini per aver contratto il batterio bacillus anthracis – secondo quanto riportato da Il Messaggero in un articolo in prima pagina dal titolo “Antrace, due ricoverati a Roma” – due persone sarebbero state contagiate.

Antrace, chi sono i contagiati

Si tratta di un veterinario, già dimesso, e di un agricoltore, ricoverato all’Istituto Spallanzani di Roma e sul quale sono ancora in corso i test. «L’uomo lavora nei campi del Tuscolo in località Molara, zona dichiarata ”infetta” con un’ordinanza dal sindaco di Grottaferrata, Luciano Andreotti – si legge sul quotidiano romano – e su cui è stato vietato il pascolo». «Non abbiamo nessuna diagnosi certa confermata dai laboratori o dall’ospedale di Frascati – dice il direttore della Prevenzione Asl Roma 6, Mariano Sigismondi – In questa fase trattiamo tutti come “casi sospetti” e perciò abbiamo suggerito a chiunque avesse riscontrato sintomi particolari di sottoporsi a controlli sanitari».