Aggredito e avvelenato in Laos, l’insegnante italiano è uscito dal coma

È uscito dal coma Gianluca Di Gioia, l’insegnante di Caltavuturo (Palermo) aggredito e avvelenato in Laos durante una vacanza e ricoverato in un ospedale della Thailandia. La notizia è stata diffusa tramite la pagina Facebook “Aiutiamo Gianluca (Il Digio)”, creata dagli amici dell’insegnante per raccogliere fondi per riportare Gianluca in Italia. «Il nostro Digio è nuovamente tra noi», ha scritto il fratello Salvatore. «Ho buone notizie dall’ospedale – aggiunge il cugino Piero Monteleone – Il nostro Gianluca è uscito dal coma e respira autonomamente. Non conosciamo ancora le condizioni cliniche ma è un’ottimo passo avanti per tornare a sorridere con tutti noi». Sempre attraverso la pagina Facebook il fratello ha invitato a sospendere la raccolta di fondi per riportare Gianluca in Italia: «Amici e conoscenti di Luca vi ringraziamo a tutti per la generosità e affetto dimostrato. Vi chiedo di non effettuare più donazioni perché abbiamo ottenuto sufficienti fondi». La famiglia e gli amici di Di Gioia tramite un appello sui social sono riusciti a raccogliere centomila euro per riportarlo in Italia.