Agenti morti in un tragico incidente, insulti su fb. La polizia: denunciamo tutti

«Nicoletta Missiroli e Pietro Pezzi erano due colleghi eccellenti che hanno perso la vita in maniera atroce con la divisa attaccata sulla pelle. Non tolleriamo simili offese alla loro memoria e alla memoria di quanti hanno perso la vita in servizio». È la dura presa di posizione di Gianni Tonelli segretario generale del Sap, sindacato autonomo di polizia, a proposito di alcuni commenti apparsi su Facebook in relazione all’incidente stradale sul litorale di Ravenna, che ha visto tra le vittime due poliziotti.

Agenti morti in un incidente, i commenti su Facebook

Raccolte varie schermate denunciate sul web, in cui appaiono nomi, cognomi e commenti, Tonelli presenta formale querela-denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ravenna, per individuare e punire i responsabili. «Mi chiedo che futuro spera di avere il nostro Paese con imbecilli del genere – commenta – Non sono tollerabili simili atteggiamenti e una simile mancanza di rispetto verso tutti gli operatori di Polizia e nei confronti di due famiglie che piangono due loro cari. Nessuno merita una morte atroce, i miei colleghi non la meritavano e non meritavano quei commenti. I responsabili meritano di essere puniti affinché comprendano il significato del dolore che anche noi poliziotti proviamo quando viene a mancare un collega».