Virginia, arrestato l’estremista che ha lanciato l’auto contro la folla (video)

E’ un ventenne e si chiama James Alex Fields, dell’Ohio, l’uomo che con un’auto ha travolto la folla a Charlottesville provocando la morte di una donna di 32 anni. Lo riferiscono i media statunitensi citando fonti delle forze di polizia locali. Arrestate altre tre persone.  

E’ tragico il bilancio della manifestazione dei suprematisti in Virginia: un morto e oltre 30 feriti. Un elicottero della polizia, con due agenti a bordo che stavano presidiando la zona, si è invece schiantato al suolo.  Le cause dell’incidente sono ancora sconosciute e non è stato confermato se questo è legato ai disordini di Charlottesville. Qui si erano radunati migliaia di suprematisti bianchi della Alt Right  per protestare contro la rimozione della statua del generale confederato Robert Lee. I manifestanti si sono poi scontrati con gli aderenti a un raduno antirazzista. Un’esplosione di odio e intolleranza che adesso i nemici di Trump vorrebbero usare come arma per indebolire l’inquilino della Casa Bianca. 

E, mentre l’Fbi ha aperto un’indagine su possibili violazioni dei diritti civili, prosegue anche la polemica per il messaggio su Twitter di Trump: il presidente americano secondo i suoi oppositori non avrebbe condannato esplicitamente il razzismo e il suprematismo bianco. Il tweet di Trump così recitava: “Non c’è posto per questo tipo di violenze in America, dobbiamo essere uniti!”. Prima di lui la first lady Melania era intervenuta per condannare i disordini:  “Il nostro paese incoraggia la libertà di parole – aveva scritto Melania – ma dobbiamo comunicare senza odio nel cuore. Nulla di buono viene dalla violenza”.