Vignetta contro la Boldrini, dieci persone denunciate a Terracina

L’accusa è di “diffamazione contro corpo diplomatico“. Dopo l’annuncio di Laura Boldrini a voler denunciare tutti gli utenti di Facebook che la ricoprono di insulti, arriva il primo caso di indagine aperta ai danni di internauti. A far scattare le indagini, come si legge sul Giornale, della polizia postale sarebbe stata una fotografia in cui si vede un piccolo balilla di epoca fascista fare pipì su una foto del presidente della Camera. In questo caso, riporta ancora il Giornale, la Boldrini non aveva fatto alcun esposto. Ma era stata direttamente la polizia postale ad aprire le indagini e a denunciare l’autore della vignetta diventata in breve tempo virale sui social network. A diffondere per primo l’immagine, secondo quanto emerge dalle indagini della polizia, sarebbe stato un uomo di Terracina. Ad aiutarlo sarebbero state altre dieci persone, anche loro denunciate per aver contribuito alla diffusione della foto considerata lesiva e diffamante ai danni di un “corpo diplomatico”.