Veglia di preghiera per Niccolò Ciatti a Scandicci tra lacrime e rabbia (video)

Alla chiesa di Casellina, il quartiere di Scandicci dove viveva Niccolò Ciatti, il ventiduenne ucciso a Lloret de Mar, in Spagna, oltre 500 persone hanno pregato insieme alla veglia organizzata dal parroco. Oltre ai familiari, i tanti amici del ragazzo, i conoscenti, cittadini giunti a dare solidarietà a una famiglia distrutta. E il padre sfoga la sua rabbia e il suo dolore: “Avere un figlio di ventidue anni sepolto e questi giovani che hanno venticinque anni e fra dieci-quindici anni o vent’anni saranno fuori, vuol dire che non gli sarà fatto un gran male. Questo non lo trovo giusto, dovrebbero essere al posto di mio figlio”.