Altra gaffe del Pd, Anna Casini offende due donne terremotate: “Gentaccia”

La vicepresidente della Regione Marche, l’esponente del Pd Anna Casini, è stata travolta dalle polemiche dopo aver avuto un durissimo scontro con due donne di Arquata del Tronto, uno dei Comuni devastati dal terremoto dello scorso anno. Maria Luisa Fiori ed Eleonora Tiliacos hanno raccontato sulla pagina Facebook “Con Arquata, per Arquata” di essere andate a seguire la seduta del Consiglio regionale nella quale si sarebbe votata la legge 156, quella che dovrebbe accelerare la ricostruzione della cittadina marchigiana. Nei corridoi però la Casini non avrebbe preso bene le critiche delle due, esasperate dalla lentezza dei lavori nella loro città. Dopo un breve scambio di battute, la Casini avrebbe perso la pazienza e chiamando gli uomini della sicurezza ha urlato: «Allontanate questa gentaccia». L’assessora del Pd poi travolta dalle polemiche ha poi provato a difendersi su Facebook, spiegando di essere stata “verbalmente aggredita” dalle due signore «con battute ingenerose e ironiche soprattuto quando ho chiesto loro se fossero residenti ad Arquata». 

Ecco la ricostruzione fatta dalle due donne di Arquata

«Camminando nei corridoi dirette al bar per prendere un caffè prima di rimettersi in viaggio verso Ascoli – sui legge su Facebook – Maria Luisa ed Eleonora hanno visto, a una trentina di metri di distanza, la vicepresidente Anna Casini che dialogava con il consigliere Giorgini (M5s). Si sono fermate a distanza, perché già la domanda rivolta in aula dalla vicepresidente faceva presagire polemiche che intendevano evitare. Con sorpresa abbiamo visto la vicepresidente muoversi verso di loro; le ha salutate e poi ha ripetuto la sua domanda ad Eleonora, che ha precisato di non essere residente ma solo originaria di Arquata, e indicando come residente Maria Luisa.  Maria Luisa, con tono pacato e sorridendo, ha detto testualmente: “Sono nata, cresciuta e pasciuta nel principato di Arquata, quello che voi avete un po’ dimenticato”. La vicepresidente ha detto: “Sì, a lei la conosco. E perché vi avremmo dimenticati?”. Al che Maria Luisa ha risposto: “Non ha visto come stiamo ancora messi, a un anno dal terremoto?”. A queste parole la Casini ha cambiato tono, interrompendo Maria Luisa. Rivolta a Giorgini, rimasto qualche metro distante, e girando le spalle a Maria Luisa, ha detto ad alta voce: “Questa gente tenetevela voi”. Mentre Maria Luisa sbalordita ha ribattuto che non c’è alcun bisogno di essere gestiti da nessuno, la vicepresidente rivolgendosi alla sorveglianza ha ordinato: “Allontanate questa gentaccia”. Come se due persone venute ad assistere a una seduta consiliare, come prevede la legge, e in particolare una terremotata di Arquata del Tronto, fossero presenze inquinanti, sgradevoli e sgradite. “Gentaccia”».