Turku, l’attentatore inneggiava ad Allah e mirava a colpire le donne (due video)

È una ricercatrice trentenne all’università di Turku l’italiana ferita nell’assalto di ieri nella città finlandese. La conferma giunge dalla Farnesina, che riferisce che l’ambasciatore italiano si è recato a Turku, dove ha incontrato il marito della donna. Un funzionario dell’ambasciata, inoltre, accoglierà i familiari della connazionale in arrivo in Finlandia. L’attacco di ieri a Turku, nel sud ovest della Finlandia, viene indagato come un atto di terrorismo. Lo hanno riferito le autorità finlandesi. L’assalitore, scagliatosi sui passanti con un coltello, è un 18enne marocchino richiedente asilo (cui il permesso di soggiorno era stato negato). La polizia, secondo quanto riportato dai media locali, ha inoltre riferito che le due persone uccise erano di nazionalità finlandese, mentre tra i feriti ci sono la cittadina italiana e due cittadini svedesi. L’assalto di ieri è stato rubricato dalla polizia come omicidio con “intento terroristico” in relazione alle due vittime e come tentato omicidio per quanto riguarda le persone ferite. In tutto, sono otto le persone ricoverate in ospedale, di cui tre, compreso l’assalitore, in terapia intensiva. La polizia non ha al momento specificato se in relazione all’assalto sono stati effettuati altri arresti. Tuttavia aggiunge che sembrava puntare a colpire le donne. Lo riportano i media citando fonti della polizia. Sono infatti donne sei degli otto feriti.