Socci furioso con Parenzo e Telese: “I comunisti hanno sempre le stesse mutande”

Da qualche settimana Parenzo e Telese si prendono insulti e intemerate da diversi ospiti: aveva iniziato Mauro Corona, poi Renato Brunetta, ora è la volta di Antonio Socci, il giornalista e scrittore cattolico che ha iniziato una vera e propria crociata contro In Onda, trasmissione politica che non è  andata in vacanza come le altre. Socci non è stato ospite della trasmissione ma con cadenza quotidiana ne sottolinea tutti i difetti e  non ne perdona una che è una  ai “rossi” Parenzo e Telese. Lo fa puntuale da twitter, intorno alle 21 proprio mentre va in onda la trasmissione. Una sorta di controinformazione. La “colpa” numero uno che Socci individua è l’incorreggibile faziosità dei due conduttori. 

Socci su twitter: “Tutti ospiti DE SINISTRA”

Non solo. Socci accusa che manca un contraddittorio reale, poiché Parenzo e Telese rappresentano entrambi lo stesso orientamento. Socci inizia il 24 luglio: «A In onda due conduttori di sinistra e tutti gli ospiti di sinistra. E nessuno mai trova anomala questa situazione. Ci stiamo abituando…». Il 29 luglio: «Anche oggi a In onda il caso vuole che i due conduttori DE SINISTRA abbiano tutti ospiti DE SINISTRA. Sempre e solo DE SINISTRA. Un caso eh». 
Socci prosegue il 3 agosto. «Che strano! Stasera a In onda i due conduttori DE SINISTRA hanno tutti ospiti della loro stessa parte. Non capita mai». Uniche eccezioni qualche  esponente del centrodestra: Renato Brunetta che alla fine ha litigato con i conduttori, Mara Carfagna che ha ragionato sulla leadership di Forza Italia.

“I comunisti Premio Breznev”

Il 4 agosto la svolta. «Clamoroso», scrive beffardo Socci su Twitter, «oggi a In onda sono diventati pluralisti. Hanno invitato un leghista. Così sono quattro contro uno. Un pluralismo esemplare, commovente». In effetti quel giorno in collegamento c’ era il deputato Massimiliano Fedriga, che era in collegamento e spesso messo sotto dai prsenti instudio, senza potere replicare degnamente in tema di immigrazione. Due giorni fa Socci “sbrocca”, leggiamo su Libero: «È vero, anche stasera In onda parlano solo loro. I comunisti  Premio Breznev». I conduttori hanno replicato: «Neppure Berlusconi vede più i comunisti dappertutto». «Le critiche sono sempre bene accette», ha detto Parenzo «ma in questo caso non mi sembrano fondate: abbiamo intervistato Silvio Berlusconi e ci hanno accusato di essere stati troppo berlusconiani». Finale in sospeso, la diatriba prosegue:  i conduttori avrebbero invita ufficialmente Socci in studio: «Spero che accetti», auspica Parenzo. Ma poi è arrivata su Twitter la risposta di Socci: «Non dovreste invitare me. Io non rappresento nulla. Dovreste ascoltare quell’Italia (la maggioranza) che non sta nel recinto della sinistra”. Replica di Luca Telese: “Caro Antonio, ogni sera invitiamo persone diverse e ospitiamo idee diverse. Basta che ti rivedi l’elenco delle puntate. Basta documentarsi”. Si attendono sviluppi