Sciopero della fame contro Crocetta: la sfida silenziosa di Vincenzo Figuccia

Quinto giorno di sciopero della fame, nel silenzio dei principali media isolani, per il deputato regionale di Forza Italia Vincenzo Figuccia che da lunedì sta protestando contro il governo Crocetta dinanzi la sede dell’assessorato regionale alla Famiglia, a Palermo. Oggi gli hanno fatto “visita” l’assessore regionale Carmencita Mangano e il presidente della commissione Lavoro dell’Ars Marcello Greco.

«Sono giunto al mio quinto giorno di sciopero della fame – afferma Figuccia – e malgrado il caldo torrido sento il dovere di continuare la mia protesta incoraggiato dai tanti attestati di stima ricevuti da cittadini comuni e da autorevoli esponenti della politica». Proprio poco fa Adriana Vitale, una precaria che sta protestando insieme al deputato azzurro, si è sentita male per il caldo e per la mancanza di cibo ed è stata soccorsa da un’ambulanza. «Il mio pensiero – continua Figuccia – è rivolto oggi alle famiglie degli operatori della Formazione professionale che hanno ricevuto una nuova tegola sulla testa. Infatti, il Cga accogliendo il ricorso di alcuni Enti ha bloccato l’Avviso 8 che avrebbe fatto ripartire i corsi a distanza di due anni di stop. Ancora una volta il governo Crocetta dimostra tutta la sua incapacità politica e amministrativa, negando il diritto alla formazione per i giovani». 

Figuccia estende la sua protesta contro la politica scellerata di questi ultimi anni, attraverso la quale il governo Crocetta non solo ha cancellato migliaia di posti di lavoro ma ha ignorato lo stato di crisi di diverse imprese isolane: «Troppe vittime sociali ha fatto il governo Crocetta. E’ un dovere morale stare accanto ai lavoratori calpestati nella loro dignità di padri e madri di famiglia».