Scatta foto ai profughi sgomberati da via Curtatone: aggredita Gloria Pasquali

Gloria Pasquali, vicecoordinatore regionale del Movimento Nazionale è stata aggredita nella sera di venerdì  in via Goito a Roma da un gruppo di profughi del palazzo di via Curtatone. Lo scrive Gianni Alemanno sulla sua pagina Fb. Il motivo? Gloria Pasquali aveva scattato delle foto in cui si documentava che più di cento degli ottocento profughi sgomberati dagli edifici di via Curtatone protestavano di fronte agli uffici del secondo municipio. L’aggressione è avvenuta all’angolo fra via Goito e via Montebello dove appunto ci sono gli uffici municipali e quelli della Polizia locale questo perché il comune di Roma non è ancora riuscito a trovare una soluzione, se non per 40 persone in periferia e la Polizia non è in condizione di garantire l’ordine pubblico. “La situazione – conclude Alemanno – può degenerare in qualsiasi momento e tutta l’area di Castro Pretorio e stazione Termini puó diventare lo scenario di nuove violenze”.
Pasquali ha presentato denuncia dell’accaduto presso il Commissariato di zona sottolineando il tentativo di privarla del cellulare per evitare appunto che queste foto vengano diffuse.

profughi-1