Roma, va al supermercato per pesare l’hashish. «L’ho trovato al parco»

Non ha il bilancino di precisione per pesare l‘hashish così decide di andare in un supermercato, ad Ostia, e pesare la droga sulla bilancia nel reparto frutta e verdura. Il fatto risale a giovedì scorso quando il giovane di 25 anni è stato scoperto dai commessi del supermercato a pesare un panetto di circa 100 grammi di hashish. I commessi hanno avvertito il responsabile della sicurezza e chiamato i carabinieri, dopo aver scattato qualche foto con i cellulari.

Va al supermercato per pesare l’hashish

Il giovane, tra l’altro, era accompagnato da un amico al quale doveva cedere una parte dello stupefacente. Una volta scoperto dal personale del supermercato ha offerto parte dell’hashish anche ai commessi. I carabinieri giunti sul posto lo hanno perquisito e gli hanno trovato in tasca anche 30 grammi di marijuana. Per il 25enne sono scattate le manette, mentre l’amico che lo accompagnava è stato segnalato come assuntore. In tribunale, l’arresto nei suoi confronti è stato convalidato. Il pm Mauro Masnaghetti ha chiesto la misura cautelare dell’obbligo di firma e il giudice l’ha accordata. Il giovane ha chiesto di voler spiegare l’accaduto. «Quel panetto di hashish l’ho trovato seppellito in un parco. Non l’ho comprato da nessuno — ha spiegato al giudice — ho chiamato il mio amico perché lo vedesse. Era una cosa straordinaria: solo a quel punto ho pensato di dargliene un pezzetto». Una confessione, di fatto. Confermata, solo nella parte della cessione, anche dall’acquirente. Il processo inizierà tra due mesi.