Roma, gli assessori vanno giù come birilli. L’ironia del web investe la Raggi

Il giro di valzer di assessori che si sta verificando a Roma con la giunta Raggi non ha eguali nella storia amministrativa della città. Eppure, nonostante lo stupore di chi assiste impotente alla rovina della Capitale e all’alternarsi di assessori incapaci di governare, lei rimane lì. Imperturbabile e sempre teleguidata da Casaleggio. 

Nulla può però, Virginia Raggi, contro l’ironia del web che l‘ha investita in pieno dopo la cacciata di un altro assessore al Bilancio per chiamare in Campidoglio un esponente della giunta pentastellata di Livorno. Gianni Lemmetti è così il quarto assessore al Bilancio in un anno. Un “risiko di pedine tra le giunte grilline” – come ha scritto il quotidiano romano Il messaggero – cui i cittadini guardano ormai tra rassegnazione e disincanto. 

L’unico sfogo che rimane e lo sfottò, l’ironia, la presa in giro. La seguitissima pagina del finto Osho che sentenzia in romanesco commenta così: “Virginia Raggi io prima de morì te vojo vede’ sistemata co ‘n bell’assessore che te vo bene…”. Luca Bottura: “Raga, vi lascio perché vado a fare l’assessore nella Giunta Raggi. Eccomi, sono tornato. Vi sono mancato?”. Arsenale K: “Raga, vi lascio perché vado a fare l’assessore nella Giunta Raggi. Eccomi, sono tornato. Vi sono mancato?”. Bufala news: “Donna astigiana chiede il divorzio: “Mio marito dura quanto un assessore della Raggi”. Arsenale K: “Panini a breve annuncerà l’uscita del nuovo album di figurine “Assessori giunta Raggi”. Kokò: “Grazie alla Raggi è stata inserita una nuova disciplina olimpica: il salto dell’assessore”.