Rocco Casalino a Miami: polemica sulle vacanze di lusso firmate M5s

Ricordate Beppe Grillo quando parlava della povertà francescana del M5S? Non si riferiva al suo capo della comunicazione, Rocco Casalino. L’ex concorrente del Grande fratello, attuale supervisore della comunicazione politica e istituzionale dei grillini, è stato immortalato a Miami. In un resort super esclusivo. Casalino è immortalato accanto a un suo amico. Lo scatto è stato pubblicato dall’account Twitter Voci di palazzo e ha già sollevato un vespaio.  Secondo la valutazione di Booking.com l’Hotel Delano di Miami Beach è uno dei più apprezzati della zona. “Ubicato sulle soffici sabbie di Miami Beach, il Delano South Beach è un hotel cittadino dotato di un piano principale dallo stile unico, caratterizzato da spazi interni ed esterni, e di una lussuosa piscina con cabine private e musica sott’acqua”. Un hotel riservato a una clientela esclusiva. Esclusiva come le sue tariffe: 1500 euro a notte per una suite. Mentre la stanza più economica parte dai 400 euro a notte. E anche dai commenti dei turisti italiani, raccolti sul sito della prenotazione on line, si capisce che l’hotel sia roba da ricchi e da vip. «Piscina stupenda anche se quasi impossibile da accedere anche dagli ospiti c’è una waiting List». Mentre un altro cliente italiano, meno facoltoso, si lamenta: «Troppo caro non ho assaggiato nulla della colazione». Colazione da 27 euro a persona. Ma con quello che guadagna Casalino, come documenta questa inchiesta dell’Espresso, unire il pranzo con la cena, non è propriamente un problema.

Rocco Casalino stipendiato coi soldi pubblici dei “francescani” 

Alla luce di queste immagini, fa sorridere quanto dichiarato il 20 maggio scorso da Beppe Grillo, alla guida della marcia M5S Perugia-Assisi per il reddito di cittadinanza. «Siamo francescani, siamo noi i veri francescani. Guardate dove siamo e per cosa marciamo».  «Se scompare il lavoro, che Repubblica fondata sul lavoro siamo? Non siamo attrezzati per il grande flusso di gente che non avrà più lavoro, sarà depressa e senza speranza» ha aggiunto Grillo. A meno che non lavori per il Movimento 5 Stelle, pagato coi soldi pubblici, come Rocco Casalino.