Rivolta di profugi in una casa famiglia: 8 minori sequestrano il responsabile (video)

 

Erano tutti profughi gli otto diciassettenni di origini africana che erano ospiti di una casa famiglia. Ma per denato e per ottenere i documenti hanno seminato il panico, sequestrando il responsabile della coperativa che li ospitava. E’ avvenuto a Caivano, nel napoletano, in una casa famiglia che ospita minori non accompagnati del Gambia e della Guinea. Gli otto minori hanno sequestrato il responsabile 50enne bloccando l’ingresso della struttura con alcuni mobili e intimandogli di consegnargli soldi e i loro documenti personali, minacciando di appiccare il fuoco ai locali.

Giunti velocemente sul posto, i carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di Casoria hanno fatto accesso alla struttura, liberato il responsabile e tratto in arresto i minori per sequestro di persona a scopo di estorsione. Dopo le formalità – leggiamo sul Mattino – sono stati accompagnati al centro di prima accoglienza dei colli aminei di napoli.I carabinieri sono arrivati rapidamente nella struttura, hanno liberato il responsabile e hanno arrestato i minori per sequestro di persona a scopo di estorsione. Dopo le formalità i ragazzi sono stati accompagnati al centro di prima accoglienza dei Colli Aminei a Napoli.