Richiedente asilo libico armato rapina e picchia una donna: arrestato

Con l’accusa di rapina e lesioni personali la polizia e i carabinieri hanno arrestato a Trapani un cittadino libico di 20 anni, richiedente asilo politico. Il giovane dovrà rispondere anche di porto di coltello di genere vietato e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Secondo gli investigatori insieme a un complice, riuscito a fuggire, ha aggredito una ragazza rumena per rapinarla. I due avrebbero avvicinato la vittima nei pressi della piazza Giangiacomo Ciaccio Montalto e, dopo averla immobilizzata e picchiata, le hanno strappato la borsa contenente denaro, un cellulare ed effetti personali. Le indagini immediatamente scattate hanno permesso di rintracciare i due rapinatori poco distante mentre si dirigevano verso il centro storico di Trapani. Dopo un rocambolesco inseguimento tra le viuzze anguste agenti e militari sono riusciti a raggiungere e bloccare uno dei rapinatori, mentre l’altro è riuscito a sottrarsi alla cattura facendo perdere le proprie tracce. Il libico, che ha precedenti per reati predatori, è stato trovato in possesso della refurtiva, di due coltelli e di alcune dosi di hashish. Per lui sono così scattate le manette.