Rampelli: “Ora si sveli il ruolo di Napolitano nella caduta di Berlusconi”

giovedì 3 agosto 17:22 - di Redazione

A proposito dell’intervista rilasciata da Giorgio Napolitano sulla guerra in Libia del 2011, Fabio Rampelli invita a squarciare il velo di omertà che copre il settennato del presidente emerito. «Quello che accadde nel 2011 – sottolinea il capogruppo di Fratelli d’Italia –  dev’essere ancora scritto e rivelato. Di sicuro ci fu una concentrazione di interessi nazionali e internazionali, economici e politici affinché il governo Berlusconi fosse nell’occhio del ciclone e fosse indotto a prendere parte al bombardamento di Tripoli e all’uccisione di Gheddafi, le cui conseguenze stiamo ancora pagando», dichiara il presidente dei deputati di Fratelli d’Italia. «Il ruolo dell’allora presidente della Repubblica Giogio Napolitano – aggiunge – fu decisivo, anche in relazione al suo rapporto preferenziale ed extracostituzionale con Germania e Francia teso a stressare il governo Berlusconi». «Tuttavia Napolitano, da senatore a vita in carica – prosegue – potrebbe ancora servire il nostro popolo, svelando la verità, facendo esplicitamente autocritica sulla decisione di rincorrere la Francia invece di ostacolarla nelle sue stucchevoli manie di grandezza».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *