Pressing della Meloni sul Cavaliere: “È Musumeci il candidato vincente”

Giorgia Meloni ha voluto ribadire con cortese fermezza la posizione di Fdi sulle elezioni in Sicilia: “quello che ha fatto Fratelli d’Italia è stato rispondere all’appello di Nello Musumeci, persona che ha competenza, esperienza e tanta credibilità. Lo ribadisco con delicatezza, poichè non ne faccio questioni personali: politicamente FdI non è alleabile col partito di Alfano, che governa con Renzi e Gentiloni e in Sicilia con Crocetta“. Dopodichè la leader di Fratelli d’Italia ha spiegato: “Se poi a livello regionale, si volesse dare vita a esperienze civiche di ispirazione, come è accaduto in Liguria, su questo deciderà il candidato presidente Nello Musumeci perchè non faccio questioni nazionali su casi locali. Se invece, come mi pare di veder emergere da alcune interviste di esponenti di Forza Italia, l’alleanza con Alfano in Sicilia serve ad avere Alfano alleato a livello nazionale, lo dico chiaro: signori, non si può fare”. “Ora aspetto e resto a vedere – ha perciò concluso Giorgia Meloni -, sperando che la Sicilia possa avere attorno alla candidatura di Nello Musumeci, che a mio parere è la migliore e sulla quale mi pare in molti fossero d’accordo, un’alleanza più ampia possibile per vincere. E attendo di capire da Silvio Berlusconi quale sia la posizione definitiva di FI, rispetto alle tante che sto leggendo”. Frattanto Silvio Berlusconi, alla ricerca di una coalizione più ampia possibile, ha pranzato ad Arcore con Gianfranco Miccichè, plenipotenziario forzista nell’Isola, alla presenza di Niccolò Ghedini. Fonti azzurre  riferiscono che avrebbe sentito al telefono sia Angelino Alfano che Giorgia Meloni per sondare il terreno e provare a ricompattare il centrodestra in vista delle elezioni del 5 novembre.