Paura a Genova, marocchino minaccia i passanti con due coltelli

Paura nel centro di Genova per il gesto di un marocchino che, armato di due coltelli, minacciava i passanti. L’allarme è stato dato attorno alle 2,30 della scorsa notte. Il marocchino, in preda a una furia immotivata s’è messo a danneggiare con calci e pugni saracinesche, ombrelloni e tavoli esterni dei bar di Piazza Lavagna. Quando sono arrivati gli agenti della polizia ha puntato anche contro di loro i coltelli minacciandoli. 

“Con cautela, gli agenti si sono comunque avvicinati – riferisce Il Secolo XIX – e il giovane, marocchino di 23 anni  e regolarmente residente in Italia -a quel punto ha gettato a terra i due coltelli e ha iniziato a correre, tentando la fuga. Ma è stato bloccato dopo una cinquantina di metri”. Si è ribellato all’arresto cercando di colpire i poliziotti. E’ stato denunciato per minacce, danneggiamento e porto di armi ed oggetti atti a offendere, resistenza a pubblico ufficiale e sarà processato per direttissima.