Migranti, Gasparri: “Anche dalla Cei parole chiare sul rispetto delle leggi”

Maurizio Gasparri manifesta soddisfazione per le parole della Cei sui migranti: “Anche dal presidente della Conferenza episcopale italiana, Sua Eminenza Bassetti, vengono parole chiare che invitano a rispettare le leggi, interne e internazionali, in materia di immigrazione. Altrimenti si finisce per fare il gioco dei trafficanti di persone, di veri e propri mercanti di schiavi”. “L’appello -aggiunge il vice presidente del Senato– è molto chiaro e dissolve molti dubbi. I doveri umanitari sono di tutti, non soltanto dell’Italia. Ma un conto è assistere i profughi che scappano dalle guerre, altro è alimentare, anche con l’azione irresponsabile di alcune Ong, l’attività di schiavisti e scafisti. Che va contrasta in ogni modo e con ogni mezzo. In Africa, nel Mediterraneo e in Italia. Dove peraltro – spiega Gasparri – le ingenti somme destinate all’accoglienza hanno determinato una serie di scandali che dalla Sicilia alla Calabria, a Roma hanno visto coinvolte organizzazioni sia laiche che di ispirazione cattolica”. “Bisogna quindi stroncare il traffico di persone e ristabilire la legalità. E anche l’accoglienza e la generosità – conclude Gasparri – hanno dei limiti, considerato che l’Italia ha milioni di anziani e di giovani in condizioni di povertà o senza prospettive di lavoro o di pensioni decenti. Quindi l’azione che Forza Italia sta svolgendo per arginare il caos sul fronte dell’immigrazione è assolutamente saggia e responsabile. Mentre irresponsabili sono stati coloro che ci hanno portato nella attuale situazione”.