L’ordine ai soldati dello Stato islamico: attaccate coi furgoni Europa e Usa

L’ordine per i loro soldati è partito: i militanti del sedicente Stato islamico (Is) in Iraq minacciano nuovi attacchi con auto e furgoni in Europa e Stati Uniti come avvenuto ieri a Barcellona e prima ancora a Nizza, Berlino, Londra e Stoccolma. E’ quanto ha riferito una fonte della sicurezza della provincia irachena di Kirkuk citata dall’emittente locale ‘Alsumaria’. Secondo la fonte, rimasta anonima, durante il sermone odierno dei predicatori dell’Is a Hawija, una delle ultime roccaforti irachene dei soldati Is situata a ovest di Kirkuk, sono stati distribuiti volantini in cui si minacciano altri attacchi da parte di una cellula creata dall’organizzazione jihadista e denominata ‘Cavalli marchiati’, un riferimento coranico, con l’obiettivo di “schiacciare i civili in Europa e Stati Uniti”. Nei volantini, ha precisato la fonte, si parla inoltre di “cellule ed elementi stranieri addestrati per colpire assembramenti e centri commerciali in Occidente” come risposta ai “bombardamenti” compiuti “dall’alleanza di infedeli e apostati sui luoghi del califfato”. Il riferimento qui è alla coalizione internazionale guidata dagli Usa che colpisce obiettivi dei soldati dell’Is in Siria e Iraq. La fonte ha affermato che gli stessi “predicatori di Daesh”, acronimo dell’Is in lingua araba, hanno minacciato esplicitamente “Stati Uniti e Europa”, in particolare la “Gran Bretagna”, sostenendo che la cellula ‘Cavalli marchiati’ ha l’obiettivo di “portare il terrore nelle loro case”.