Lo sdegno di Mattarella: “Gulotta e Russo vittime del terrorismo infame”

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha avuto parole ferme nel ricordare, a tutti gli italiani, i due connazionali rimasti vittime a Barcellona dell’odio terrorista: “Ancora una volta – ha detto Mattarella – dobbiamo piangere vittime italiane uccise all’estero dalla furia cieca di un terrorismo infame. Ai familiari di Bruno Gulotta e di Luca Russo rivolgo i sentimenti di vicinanza e solidarietà di tutto il popolo italiano, così come rivolgo un pensiero di cordoglio alla Spagna e a tutte le vittime, di qualunque nazionalità, di questa ennesima strage”. “Dobbiamo avere la capacità di opporci alla violenza – aggiunge Mattarella – che sta funestando l’Europa, l’area del Mediterraneo, il Medio Oriente. A Barcellona, nel cuore d’Europa, uomini scellerati hanno colpito persone e famiglie prive di ogni colpa, unite solo dal desiderio e dal diritto di vivere serenamente”. “I terroristi hanno lacerato una comunità di tante nazionalità, inerme, fatta di innocenti, donne, uomini, bambini. Hanno aggredito la vita e la convivenza. Il terrorismo di matrice islamista e i terroristi non rimarranno impuniti. I valori di tolleranza e libertà propri dell’Europa democratica sono irrinunciabili e, per difenderli insieme, tutti sono chiamati a impegnarsi per battere l’oscurantismo sanguinario. Nessuno stato e nessuna singola persona può chiamarsene fuori”, conclude Mattarella.