Liberi i tunisini che hanno ferito un agente. FdI: “Basta, cambiamo la legge”

mercoledì 23 agosto 16:16 - di Redazione

«Continua la violenza nei confronti delle nostre donne e dei nostri uomini in divisa da parte degli extracomunitari, tra l’indifferenza del governo. A Sanremo un poliziotto è stato ridotto in fin di vita da tre tunisini, uno dei quali è stato arrestato e, dopo il patteggiamento, condannato a 10 mesi di reclusione con scarcerazione immediata e obbligo di firma. È arrivato il momento di dire basta». È quanto dichiara Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, responsabile del Dipartimento Giustizia del partito. 
Secondo la ricostruzione della polizia, al supermercato Carrefour di Bussana tre tunisini ubriachi hanno infastidito i passanti e sul posto è arrivata una pattuglia di poliziotti che li ha fermati. I tre hanno reagito. Nella colluttazione un agente ha ricevuto un colpo al costato che gli ha provocato la frattura di alcune costole e una ferita alla milza. È stato ricoverato in ospedale dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico per l’asportazione.

cirielli-fdi

Cirielli (FdI): “Il Pd non tutela le forze dell’Ordine”

«Il Pd, anziché tutelare le Forze dell’ordine – spiega-  ha pensato di alzare a dismisura le pene nei loro confronti. Sarebbe invece il caso di aumentarle per il grave reato di violenza a pubblico ufficiale visto che le aggressioni soprattutto da parte di stranieri nei loro riguardi sono all’ordine del giorno. Non possiamo continuare a tacere di fronte a simili vergogne. Gli italiani sono stanchi. I nostri tutori della sicurezza chiedono e meritano rispetto». «Quando saremo al governo – conclude Cirielli – prevedremo pene severissime che non consentiranno la scarcerazione di questi selvaggi. Oggi gli svuotacarceri voluti dal Pd impediscono la custodia cautelare in carcere anche per gli arrestati in flagranza».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *