Ecco le prime testimonianze e immagini dell’attentato di Barcellona (2 video)

“Sono vivo solo perché non sono riusciti ad ammazzarmi, ma io ero lì nel mezzo, li ho visti, in pochi secondi ho visto uccidere non so quante persone di fronte ai miei occhi”. E’ la drammatica testimonianza che Alessio Stazi ha affidato ad un post di Facebook. Il giovane, a Barcellona, si trovava nella zona dove un furgone ha travolto la folla. “Mi sono ritrovato chiuso in un sottoscala di un negozio e non so neanche come ci sono arrivato, non so dove sono i miei amici e non capisco ancora cosa cazzo sia successo. Amici di Barcellona scrivetemi qui per favore”, aggiunge. Intanto si apprende che un musulmano avrebbe affittato un furgone utilizzato per compiere l’attentato terroristico alla Rambla a Barcellona. Lo riferisce la rivista spagnola Intervíu citando fonti ufficiali.  La polizia catalana ha ritrovato a Vic, vicino Barcellona, il secondo furgone che gli attentatori avrebbero affittato per scappare dopo aver compiuto l’attentato alla rambla a Barcellona. Ne dà notizia l’emittente televisiva spagnola TV3 che cita fonti ufficiali. “I sostenitori dell’Isis celebrano gli attentati di Barcellona, appoggiano minacce alla Spagna”. Lo si legge in un tweet di Site, organizzazione che monitora i siti terroristi. Ma non c’è ancora alcuna rivendicazione dell’attacco.