La moglie del dittatore Mugabe picchia una ragazza col filo elettrico

Il presidente dello Zimbabwe Robert Mugabe è arrivato in Sudafrica, dove si trova la moglie Grace, al centro di uno scandalo per aver picchiato una modella in un albergo di Johannesburg, colpevole di trovarsi insieme ai due figli del presidente. Lo rivela l’emittente sudafricana eNca, secondo cui il 93enne presidente – che era atteso nei prossimi giorni nel Paese per partecipare al summit della Comunità per lo sviluppo del sud Afrivca (Sadc) – ha anticipato il suo arrivo, atterrando ieri sera nella base aerea di Waterkloof, alle porte di Pretoria. L’obiettivo è di riportare a casa la first lady, che ha invocato l’immunità diplomatica dopo essere stata denunciata con l’accusa di aver malmenato la modella 20enne Gabriella Engels. “Quando Grace è arrivata, non avevo idea di chi fosse – ha raccontato – E’ entrata con una prolunga elettrica e ha cominciato a picchiarmi”. Dopo la denuncia, la first lady – che potrebbe ‘succedere’ al marito, al potere dal 1980 – non si è consegnata alla polizia, nonostante inizialmente avesse fatto sapere di volerlo fare e il governo di Harare ha inviato una nota verbale al ministero degli Esteri sudafricano invocando l’immunità diplomatica.