La “lingua di fuoco” ci darà tregua due giorni. Poi dall’Algeria una nuova botta di caldo

«La lingua di fuoco portata da Lucifero, direttamente dal deserto algerino, raggiungerà con la sua massima potenza l’Italia, portando clima rovente con ulteriore aggravamento della siccità: possibile soltanto qualche isolato temporale sulle aree alpine». È quanto avverte ilMeteo.it. Antonio Sanò direttore del sito, annuncia “picchi termici da record per molte aree e città italiane. Caldo eccezionale ovunque, con massime mediamente sui 35-40°, ma punte di 41-42° anche su grandi città come Roma e Bologna, 42-43° sulle aree interne di Sardegna e Lazio. Non se ne uscirà prima di domenica o lunedì al Nord, quando potrà aversi una prima moderata attenuazione della calura, non prima di martedì sul resto d’Italia”.

Un incremento dei temporali su Alpi e Prealpi è previsto per il fine settimana, temporali anche forti nel corso di domenica specie su Alpi e Prealpi centro-orientali, in estensione anche alle alte pianure lombarde, venete e friulane. “Prospettive di fase più mite per tutti dal 10-11 agosto ma solo per qualche giorno”.