La “lingua di fuoco” ci darà tregua due giorni. Poi dall’Algeria una nuova botta di caldo

mercoledì 2 agosto 12:14 - di Redazione

«La lingua di fuoco portata da Lucifero, direttamente dal deserto algerino, raggiungerà con la sua massima potenza l’Italia, portando clima rovente con ulteriore aggravamento della siccità: possibile soltanto qualche isolato temporale sulle aree alpine». È quanto avverte ilMeteo.it. Antonio Sanò direttore del sito, annuncia “picchi termici da record per molte aree e città italiane. Caldo eccezionale ovunque, con massime mediamente sui 35-40°, ma punte di 41-42° anche su grandi città come Roma e Bologna, 42-43° sulle aree interne di Sardegna e Lazio. Non se ne uscirà prima di domenica o lunedì al Nord, quando potrà aversi una prima moderata attenuazione della calura, non prima di martedì sul resto d’Italia”.

Un incremento dei temporali su Alpi e Prealpi è previsto per il fine settimana, temporali anche forti nel corso di domenica specie su Alpi e Prealpi centro-orientali, in estensione anche alle alte pianure lombarde, venete e friulane. “Prospettive di fase più mite per tutti dal 10-11 agosto ma solo per qualche giorno”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *