Israele, al via costruzione barriera anti-tunnel al confine con Gaza

Israele sta avviando la costruzione di una imponente barriera sotterranea per contrastare la minaccia dei tunnel sotterranei provenienti da Gaza scavati da Hamas. Lunga 60 chilometri, la barriera costerà l’equivalente di 833 milioni di dollari e verrà ultimata entro due anni, ha spiegato il comandante del fronte meridionale, generale Eyal Zamir, citato dai giornali israeliani. La barriera di cemento sarà composta da un muro che scenderà nel sottosuolo per decine di metri e all’esterno s’innalzerà per sei metri. Speciali sensori segnaleranno eventuali tentativi di costruire tunnel sotto il confine. Gli stessi scavi per la costruzione serviranno a distruggere  tutti i tunnel ancora esistenti e che permettono l’infiltrazione di commandos. Nuove fabbriche di cemento sono state costruite da Israele lungo la linea del costruento muro sotterraneo per accelerare il ritmo dei lavori. Entro il prossimo mese di ottobre, un migliaio di operai saranno impiegati 24 ore su 24 in 40 cantieri con il sabato di riposo.   Durante la guerra con Gaza dell’estate 2014, i tunnel scavati sotto i confine dai miliziani di Hamas furono usati per diversi attacchi contro obiettivi militari in Israele

. “Se Hamas vorrà scatenare una guerra per la barriera, sarà per l’esercito una valida guerra da combattere, e la barriera verrà comunque costruita”, ha dichiarato il generale Zamir.