Incendi, beccato mentre appicca un rogo nel bosco di Viterbo: piromane in manette

Da tempo i carabinieri lo pedinavano e ne monitoravano mosse e spostamenti: e ieri i militari lo hanno arrestato in flagrante, proprio mentre il piromane di turno stava innescando un rogo in un bosco del Viterbese, dando prova del fatto che sospetti e indizi a suo carico erano più che fondati.

Viterbo, piromane arrestato in flagrante

Così, nel pomeriggio di ieri, militari del Nipaf appartenenti al Gruppo Carabinieri Forestale di Viterbo, hanno proceduto all’arresto di un trentanovenne del luogo per incendio boschivo doloso nel comune di Viterbo. A seguito di una intensa attività d’indagine di polizia Giudiziaria delegata dalla Procura della Repubblica di Viterbo, e in relazione ad eventi di incendi boschivi e non boschivi sviluppatisi in particolare nelle ultime settimane nei Comuni di Vetralla e Viterbo, il Nipaf laziale, grazie anche all’apporto iniziale della stazione carabinieri Forestale e della Stazione carabinieri di Vetralla, è arrivato ad arrestare, in flagranza di reato, il 39enne residente a Vetralla, accusato di aver causato un incendio boschivo in località Fiescole, nel Viterbese, all’interno dell’ampio comprensorio boscato di castagnoli nei Monti Cimini.

I carabinieri lo monitoravano da tempo

Come anticipato in apertura, era già da un po’ che i militari eseguivano attività di osservazione e pedinamento dell’uomo: così, quando l’hanno scoperto mentre dava fuoco al bosco, sono intervenuti prontamente per estinguere il rogo che ha bruciato poche centinaia di metri quadri di vegetazione. Il Magistrato di turno, informato dei fatti, ha disposto l’accompagnamento del piromane presso il carcere circondariale Mammagialla di Viterbo. Resta sempre da capire, però, cosa spinge questi delinquenti ad armarsi il pugno di accendini ed inneschi…